BilBOlbul. Festival Internazionale di fumetto, a cura di Hamelin Associazione Culturale (Bologna 1-4 marzo 2012)

immagine logo BilBOlbul 2012 - copyright Atak

Dall’1 al 4 marzo 2012, il fumetto torna protagonista a Bologna con la VI edizione di BilBOlbul. Festival Internazionale di fumetto a cura di Hamelin Associazione Culturale. BilBOlbul è promosso da: Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Bologna, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Cineteca di Bologna, Museo Civico Archeologico di Bologna, Biblioteca Salaborsa, Università degli studi di Bologna-Facoltà di Lettere e Filosofia, Accademia di Belle Arti di Bologna.

Partner: IGD, Coop Adriatica, Gruppo Hera Emil Banca Credito Cooperativo, Legacoop Bologna, CNA Bologna, Arci Bologna, Albergo Al cappello rosso, Hotel Roma, tipografia Negri, Simon Spazio per le idee, Librerie Feltrinelli, Librerie.coop.

Fin dalla sua nascita nel 2007, il Festival ha fatto conoscere le opere di grandi maestri e di giovani talenti della scena nazionale e internazionale, mettendo in dialogo il fumetto e gli altri linguaggi della cultura contemporanea. E sarà proprio il contemporaneo protagonista assoluto in questa edizione.

Attraverso mostre, incontri con autori e personalità della cultura, proiezioni cinematografiche, progetti didattici, attività laboratoriali, il Festival si propone di avvicinare il fumetto d’autore a un pubblico sempre più ampio, rivolgendo un’attenzione particolare a bambini e ragazzi.

Due le grandi mostre ospitate nelle sale del Museo Civico Archeologico (2 marzo – 8 aprile 2012; inaugurazione 1 marzo): Atak (Germania) e Francesca Ghermandi (Italia), due disegnatori appartenenti alla stessa generazione e che, con stili e opere diverse, ma accomunate da una medesima curiosità nel contaminare forme artistiche diverse, si sono rivelati fra i più innovativi e sperimentatori del panorama fumettistico contemporaneo. Veri e propri ritratti d’artista, che mostreranno al pubblico le varie fasi del loro lavoro di disegnatori e illustratori. Fra le presenze internazionali Blutch (Francia), uno dei massimi autori francesi contemporanei, vincitore del Gran Premio della Città di Angoulême come miglior autore nel 2009.

Il focus della VI edizione è dedicato al tema del confine, inteso in una varietà di sfaccettature: da quella più concreta di spazio geografico e politico d’incontro e scontro tra culture e mondi diversi, a declinazioni più aperte, come la linea d’ombra che separa l’infanzia dall’adultità, o le forme di emarginazione all’interno di una società. Il confine come punto interrogativo tocca anche il disegno: il programma del festival 2012 corre sul crinale fra fumetto, disegno e illustrazione, con incursioni e sconfinamenti di territori. Un vero confronto fra le arti.

Particolare attenzione si darà al confine tra le arti e alla tendenza contemporanea del fumetto di contaminarsi con altre forme espressive: ne sono testimoni i protagonisti di questa edizione ma anche le oltre venti mostre ed eventi di BilBOlbul “attorno al festival” che quest’anno, e ancor più di prima, arricchiscono la proposta della manifestazione, muovendosi tra fumetto, illustrazione, grafica e fotografia.

Il Festival, come da tradizione, dedica grande spazio alla sezione BilBOlbul Ragazzi. La ricca programmazione prevede mostre, incontri con autori, dediche, visite guidate, proiezioni e numerose attività laboratoriali con importanti fumettisti (Francesca Ghermandi, Stefano Ricci, Tuono Pettinato…). Ma soprattutto a divertire i bambini, ma probabilmente anche gli adulti, arrivano i Ronfi, creati dalla matita di Adriano Carnevali, con le loro improbabili avventure

Per info: Hamelin Associazione culturale tel 051.233401

info@bilbolbul.net | www.bilbolbul.net

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*